nome

“A che serve quella riga?
Si può dire che quella riga è la storia della mia vita fino ad oggi”

 

Con questa frase, una bellissima e trentenne Marilyn Monroe esprime il desiderio di "Cherie", la protagonista di “Fermata d’Autobus “ il film da cui l’associazione prende il nome, di andare a Hollywood.

La bionda ballerina del Sud, più di ogni altro personaggio rappresenta le dolorose vicende di Norma Jean: “Gli uomini si sono interessati a me da quando avevo tredici anni", dice in una scena del film.

Mentre Cherie nel film, proprio durante una sosta in un viaggio in autobus, riesce a mettere fine alla sua folle corsa, Marilyn invece nel turbolento percorso verso la celebrità, non è riuscita a trovare, il tempo ed il luogo, per superare i traumi del suo passato.

Nel 1998 la sede dell’associazione si trovava proprio davanti ad una fermata d’autobus e mentre si ragionava su quale nome darle è sorta spontanea l’associazione con il film. Fermata d’autobus vuole essere il punto di sosta e ristoro per tutti coloro che come Norma e Cherie hanno bisogno di recuperare forza e coraggio per abbandonare dannose dipendenze risolvendo antichi traumi.